Airbus comunica aggiornamenti sugli ordini e le consegne di aeromobili commerciali di marzo e adatta i tassi di produzione allo scenario COVID-19

By Aprile 9, 2020Airbus, Aviazione
  • Business influenzato dalla pandemia di COVID-19
  • 21 ordini netti e 36 consegne nel marzo 2020
  • 290 ordini netti e 122 consegne nel primo trimestre 2020
  • I tassi di produzione sono stati rivisti al ribasso adattandosi al nuovo scenario di mercato

Dopo una solida performance commerciale e industriale all’inizio dell’anno, Airbus (simbolo di Borsa: AIR) sta ora rivedendo verso il basso i suoi tassi di produzione adattandoli al nuovo scenario di mercato condizionato dal Coronavirus.

Nel primo trimestre del 2020, Airbus ha registrato 290 ordini netti per gli aeromobili commerciali e consegnato 122 aeromobili. Nel corso del trimestre sono stati prodotti altri 60 aeromobili, a riprova delle le solide performance industriali, aeromobili la cui consegna è ora bloccata a causa dell’evoluzione della pandemia di COVID-19. A marzo sono stati consegnati 36 aeromobili di diverse Famiglie, in calo rispetto ai 55 di febbraio 2020. Questo è dovuto alle richieste dei clienti di posticipare le consegne, nonché ad altri fattori relativi alla pandemia di COVID-19 in corso.

I nuovi tassi di produzione medi per il futuro sono stati fissati come segue:

  • 40 A320 al mese
  • 2 A330 al mese
  • 6 A350 al mese

Questo rappresenta una riduzione dei tassi medi pre-coronavirus di circa un terzo. Con questi nuovi tassi, Airbus mantiene la sua capacità di soddisfare la domanda dei clienti, proteggendo al contempo la sua capacità di adattarsi ulteriormente all’evoluzione del mercato globale.

Airbus sta lavorando in coordinamento con le sue parti sociali per definire le misure sociali più appropriate per adattarsi a questa nuova situazione in continua evoluzione. Airbus sta inoltre predisponendo un piano di contenimento della liquidità a breve termine e la sua struttura dei costi più a lungo termine.

“L’impatto di questa pandemia non ha precedenti. Per Airbus, proteggere il nostro personale e sostenere la lotta contro il virus sono le nostre priorità in questo momento. Stiamo dialogando costantemente con i nostri clienti e i fornitori, poiché stiamo tutti attraversando questi difficili momenti insieme. I nostri clienti, i vettori, sono fortemente colpiti dalla crisi COVID-19. Stiamo adattando attivamente la nostra produzione alla loro nuova situazione e stiamo lavorando su misure di mitigazione operative e finanziarie per far fronte alla realtà”, ha dichiarato Guillaume Faury, CEO di Airbus.

Nel suo sforzo di sostenere la lotta contro il COVID-19, Airbus ha svolto un ampio lavoro in coordinamento con le parti sociali per garantire la salute e la sicurezza dei propri dipendenti. Questo è stato ottenuto implementando nuovi rigorosi standard e processi di lavoro. Airbus sta contribuendo allo sviluppo, all’approvvigionamento e al trasferimento di apparecchiature mediche, inclusi mascherine e ventilatori, a sostegno dei servizi sanitari.

(Puoi trovare la lista completa di ordini e consegne per il mese di marzo 2020 qui: https://www.airbus.com/aircraft/market/orders-deliveries.html)