Innovativo payload di Airbus pronto per il lancio sul satellite Faraday-1

Airbus ha sviluppato un payload radio basato su un software riprogrammabile di prossima generazione da testare nello spazio

Il nuovo programma spaziale di Airbus Prometheus vedrà la rapida dimostrazione in orbita di una tecnologia senza precedenti

Un payload radio basato su un software riprogrammabile di prossima generazione, Prometheus 1, sviluppato da Airbus, sarà lanciato sul cubesat Faraday-1 dalla Nuova Zelanda il prossimo 3 luglio. La missione Faraday-1 fa parte del programma dimostrativo in orbita di In Space Missions Ltd.

Prometheus 1 è un software defined radio (SDR), collegato a un’antenna UHF a 400 MHz che può essere riprogrammata in orbita e che sarà in grado di rilevare l’utilizzo dello spettro radio in tutto il mondo, il tracciamento radar del satellite Faraday-1 e identificare e localizzare i radiofari di ricerca e soccorso. Airbus sta collaborando con il Laboratorio di Scienza e Tecnologia della Difesa del Regno Unito (Defence Science and Technology Laboratory – DSTL) per promuovere maggiori collaborazioni nel settore dell’aerospazio tra le PMI, il governo e Airbus stessa.

Airbus Defence and Space nel Regno Unito, autofinanziandosi, ha creato il programma Prometheus per consentire il rapido sviluppo di payload agili e innovativi che utilizzeranno una tecnologia dirompente per offrire significative capacità ai clienti. Il programma Prometheus ha sviluppato il payload per Faraday-1 in meno di tre mesi grazie alla comprovata esperienza di Airbus nel lavorare con le PMI per creare nuove capacità e sviluppare nuove idee.

Prometheus 1 testerà il rilevamento di radiofrequenze passive in orbita, permettendo alla tecnologia di essere incorporata in future missioni in cui è probabile o possibile il tracciamento di veicoli aerospaziali autonomi ostili.

Il team per i nuovi progetti spaziali di Airbus sta promuovendo il programma Prometheus e una seconda missione è già in fase di sviluppo, il lancio di Prometheus 2 è previsto per la seconda metà del 2021.

 

Prometheus1 – CopyrightAirbus