L’antenna radar di Sentinel-1C spiega le sue ali per la prima volta

Fissata a un dispositivo speciale, che simula le condizioni di gravità zero, il giorno 11 agosto l’antenna radar SAR (Synthetic Aperture Radar) larga 12,3 metri e pesante 860 kg del satellite Sentinel-1C di Copernicus ha spiegato per la prima volta le sue ali presso l’Airbus Integrated Technology Center di Friedrichshafen, in Germania.

Sentinel-1C è il terzo satellite radar della famiglia Sentinel-1 e garantirà la continuità della fornitura dei dati per i numerosi servizi offerti da Copernicus, il programma dell’Unione europea. Il satellite Sentinel-1C, equipaggiato con lo strumento SAR (radar in banda C), fornirà immagini radar dell’intera superficie terrestre nell’ambito del programma Copernicus finanziato dall’Unione europea e dall’Agenzia spaziale europea (ESA). Thales Alenia Space è l’appaltatore principale per Sentinel-1C e per il suo gemello, Sentinel-1 D. Airbus Defence and Space è responsabile di entrambi i radar.

Le immagini radar verranno utilizzate in molti ambiti dell’osservazione terrestre; fra queste, il monitoraggio dei ghiacci dell’Artico, la mappatura sistematica del ghiaccio marino, il monitoraggio dell’ambiente marino, il monitoraggio della superficie terrestre per individuare i rischi di movimento, la mappatura delle foreste, la gestione dell’acqua e del suolo, il supporto agli aiuti umanitari e il monitoraggio delle catastrofi.

L’antenna è costituita da un pannello centrale che sarà fissato alla piattaforma satellitare e da due ali d’antenna dispiegabili dotate di due pannelli ciascuna. Il test di apertura ha verificato il corretto dispiegamento di queste due ali e ha misurato la planarità dell’antenna quale indicatore della futura qualità delle immagini SAR.

Il passo successivo nella sequenza del test di accettazione dello strumento SAR (l’antenna completa con il sottosistema elettronico dell’antenna è stata costruita da Airbus Portsmouth, nel Regno Unito) è una campagna di su funzioni e prestazioni, pianificata per essere eseguita fino alla fine di ottobre 2020. Infine, prima dell’invio a Thales Alenia Space per l’integrazione alla piattaforma, saranno verificate le caratteristiche di radiofrequenza dell’antenna. Il lancio di Copernicus Sentinel-1C è previsto nel 2022.