Skip to main content

I leader dell’aviazione lanciano il primo studio sulle emissioni in volo di un aeromobile di linea che utilizza carburante sostenibile al 100%

By Marzo 18, 2021Airbus, Aviazione

Un team di specialisti del settore aerospaziale ha lanciato il primo studio al mondo sulle emissioni in volo utilizzando il 100% di carburante sostenibile per l’aviazione (SAF) su un aeromobile commerciale wide-body.

Airbus, il centro di ricerca tedesco DLR, Rolls-Royce e il produttore di SAF Neste si sono uniti per lanciare lo studio “Emission and Climate Impact of Alternative Fuels” (ECLIF3), con l’obiettivo di studiare il effetti di un carburante sostenibile al 100% sulle emissioni e sulle prestazioni degli aeromobili.

I risultati dello studio – che sarà condotto a terra e in volo utilizzando un aeromobile Airbus A350-900 alimentato da motori Rolls-Royce Trent XWB – supporteranno gli sforzi attualmente in corso di Airbus e Rolls-Royce per garantire che il settore dell’aviazione sia pronto per l’uso su larga scala di SAF come parte della più ampia iniziativa per decarbonizzare il settore.

I test del motore, compreso un primo volo per verificare la compatibilità operativa dell’utilizzo del 100% SAF con i sistemi dell’aeromobile, sono iniziati questa settimana presso le strutture di Airbus a Tolosa, in Francia. Questi test saranno seguiti da altri test innovativi sulle emissioni in volo che inizieranno ad aprile e riprenderanno in autunno, utilizzando il Falcon 20-E “chase plane” della DLR per effettuare le misurazioni volte a studiare l’impatto dell’uso del SAF sulle emissioni degli aeromobili. Nel frattempo sono previsti ulteriori test a terra per la misurazione delle emissioni di particolato per indicare l’impatto ambientale dell’utilizzo dei SAF sulle operazioni aeroportuali.

I test di volo e di terra confronteranno le emissioni derivanti dall’uso del 100% SAF prodotto dalla tecnologia HEFA (esteri idroprocessati e acidi grassi) con quelle del cherosene fossile e dei combustibili a basso tenore di zolfo.

Il SAF sarà fornito da Neste, uno dei principali fornitori mondiali di carburante sostenibile per l’aviazione. Ulteriori misurazioni e analisi per la caratterizzazione delle emissioni di particolato durante i test a terra saranno fornite dall’Università di Manchester del Regno Unito e dal National Research Council del Canada.

“Il SAF è una parte essenziale dell’ambizione di Airbus di decarbonizzare l’industria dell’aviazione e stiamo lavorando a stretto contatto con una serie di partner per garantire un futuro sostenibile per il trasporto aereo”, ha dichiarato Steven Le Moing, New Energy Programme Manager di Airbus. “Attualmente gli aeromobili possono operare solo utilizzando una miscela con al massimo il 50% di SAF e cherosene fossile; questa collaborazione non solo fornirà informazioni su come funzionano i motori a turbina a gas utilizzando il 100% di SAF in vista della certificazione, ma identificherà anche le potenziali riduzioni delle emissioni e i vantaggi ambientali dell’utilizzo di tali combustibili in volo su un aeromobile commerciale”.

Patrick Le Clercq, Project Manager ECLIF presso DLR, ha dichiarato: “Studiando il 100% SAF, stiamo portando la nostra ricerca sulla progettazione del carburante e sull’impatto climatico dell’aviazione al livello successivo. Nelle campagne di ricerca precedenti, siamo già stati in grado di dimostrare il potenziale di riduzione della fuliggine generata passando dal 30 al 50% di miscele di combustibili alternativi, e speriamo che questa nuova campagna dimostri che questo potenziale è ancora maggiore. DLR ha già condotto un’ampia analisi e ricerca di modelli, nonché test a terra e di volo con combustibili alternativi utilizzando il velivolo di ricerca Airbus A320 ATRA nel 2015 e nel 2018, in collaborazione con la NASA”.

Simon Burr, Director Product Development and Technology di Rolls-Royce Civil Aerospace, ha aggiunto: “Nel nostro mondo post-COVID-19, le persone vorranno connettersi di nuovo ma in modo sostenibile. Per i viaggi a lunga distanza, sappiamo che questo comporterà l’uso di turbine a gas per i decenni a venire. Il SAF è essenziale per la decarbonizzazione di questi viaggi e sosteniamo attivamente l’aumento della sua disponibilità per l’industria aeronautica. Questa ricerca è essenziale per sostenere il nostro impegno a comprendere e consentire l’uso del 100% di SAF come soluzione a basse emissioni”.

Jonathan Wood, Vice President di Neste per l’Europa, Renewable Aviation, ha aggiunto: “Siamo lieti di contribuire a questo progetto per misurare i notevoli vantaggi del SAF rispetto ai combustibili fossili e per fornire i dati necessari per supportare l’uso del SAF a concentrazioni superiori al 50%. Uno studio indipendente ha dimostrato che il 100% di Neste MY Sustainable Aviation Fuel può ridurre le emissioni di gas a effetto serra fino all’80% rispetto all’uso di combustibili fossili se si tiene conto di tutte le emissioni del ciclo di vita; questo studio chiarirà le ulteriori benefici derivanti dall’utilizzo del SAF.”

 

100% Sustainable fuel tests on A350MSN1 FlightLab.
SAF, ECLIF3, HEFA fuel.

I leader dell’aviazione lanciano il primo studio sulle emissioni in volo di un aeromobile di linea che utilizza carburante sostenibile al 100%

Leave a Reply